Sidebar

  twitter   instagram

RIASSUNTO DEL 

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE
FRANCESCO
PER LA CELEBRAZIONE DELLA 
LII GIORNATA MONDIALE DELLA PACE

1° GENNAIO 2019

 RICAVATO DA : https://w2.vatican.va/content/francesco/it/messages/peace/documents/papa-francesco_20181208_messaggio-52giornatamondiale-pace2019.html 
 

La buona politica è al servizio della pace

Inviando in missione i suoi discepoli, Gesù dice loro: «In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa casa!”. Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi» (Lc 10,5-6).Offrire la pace è al cuore della missione dei discepoli di Cristo. E questa offerta è rivolta a tutti coloro, uomini e donne, che sperano nella pace in mezzo ai drammi e alle violenze della storia umana. La “casa” di cui parla Gesù è ogni famiglia, ogni comunità, ogni Paese, ogni continente, nella loro singolarità e nella loro storia; è prima di tutto ogni persona, senza distinzioni né discriminazioni [...] La pace è simile alla speranza di cui parla il poeta Charles Péguy [...] è come un fiore fragile che cerca di sbocciare in mezzo alle pietre della violenza. Lo sappiamo: la ricerca del potere ad ogni costo porta ad abusi e ingiustizie. La politica è un veicolo fondamentale per costruire la cittadinanza e le opere dell’uomo, ma quando, da coloro che la esercitano, non è vissuta come servizio alla collettività umana, può diventare strumento di oppressione, di emarginazione e persino di distruzione.«Se uno vuol essere il primo – dice Gesù – sia l’ultimo di tutti e il servo di tutti» (Mc 9,35) [...]  Se attuata nel rispetto fondamentale della vita, della libertà e della dignità delle persone, la politica può diventare veramente una forma eminente di carità.Papa Benedetto XVI ricordava che «ogni cristiano è chiamato a questa carità, nel modo della sua vocazione e secondo le sue possibilità d’incidenza nella polis. […] Quando la carità lo anima, l’impegno per il bene comune ha una valenza superiore a quella dell’impegno soltanto secolare e politico. […] 
 

Accanto alle virtù, purtroppo, anche nella politica non mancano i vizi, dovuti sia ad inettitudine personale sia a storture nell’ambiente e nelle istituzioni [...]. Questi vizi, che indeboliscono l’ideale di un’autentica democrazia, sono la vergogna della vita pubblica e mettono in pericolo la pace sociale [...]Quando l’esercizio del potere politico mira unicamente a salvaguardare gli interessi di taluni individui privilegiati, l’avvenire è compromesso e i giovani possono essere tentati dalla sfiducia, perché condannati a restare ai margini della società, senza possibilità di partecipare a un progetto per il futuro.Quando, invece, la politica si traduce, in concreto, nell’incoraggiamento dei giovani talenti e delle vocazioni che chiedono di realizzarsi, la pace si diffonde nelle coscienze e sui volti. Diventa una fiducia dinamica, che vuol dire “io mi fido di te e credo con te” nella possibilità di lavorare insieme per il bene comune. La politica è per la pace se si esprime, dunque, nel riconoscimento dei carismi e delle capacità di ogni persona. «Cosa c’è di più bello di una mano tesa? Essa è stata voluta da Dio per donare e ricevere. Dio non ha voluto che essa uccida (cfr Gen 4,1ss) o che faccia soffrire, ma che curi e aiuti a vivere. [...] 

Ognuno può apportare la propria pietra alla costruzione della casa comune [...]  ogni donna, ogni uomo e ogni generazione racchiudono in sé una promessa che può sprigionare nuove energie relazionali, intellettuali, culturali e spirituali. Una tale fiducia non è mai facile da vivere perché le relazioni umane sono complesse. [...]
Oggi più che mai, le nostre società necessitano di “artigiani della pace” che possano essere messaggeri e testimoni autentici di Dio Padre che vuole il bene e la felicità della famiglia umana. [...]L’escalation in termini di intimidazione, così come la proliferazione incontrollata delle armi sono contrarie alla morale e alla ricerca di una vera concordia.[...] Non sono sostenibili i discorsi politici che tendono ad accusare i migranti di tutti i mali e a privare i poveri della speranza. Va invece ribadito che la pace si basa sul rispetto di ogni persona, qualunque sia la sua storia, sul rispetto del diritto e del bene comune, del creato che ci è stato affidato e della ricchezza morale trasmessa dalle generazioni passate. [...] Nel mondo, un bambino su sei è colpito dalla violenza della guerra o dalle sue conseguenze, quando non è arruolato per diventare egli stesso soldato o ostaggio dei gruppi armati. [...]  La pace è una conversione del cuore e dell’anima, ed è facile riconoscere tre dimensioni indissociabili di questa pace interiore e comunitaria:la pace con sé stessirifiutando l’intransigenza, la collera e l’impazienza [...]; la pace con l’altro: il familiare, l’amico, lo straniero, il povero, il sofferente… osando l’incontro e ascoltando il messaggio che porta con sé; la pace con il creato, riscoprendo la grandezza del dono di Dio e la parte di responsabilità che spetta a ciascuno di noi, come abitante del mondo, cittadino e attore dell’avvenire. [...]

AMMP - Associazione Maria Madre della Provvidenza

 

Carissimi sostenitori e volontari,

a nome dell’Associazione Maria Madre della Provvidenza, desidero porgere, a Voi ed ai Vostri cari, i migliori auguri di un felice S. Natale e di un sereno 2019.

Un GRAZIE sincero a tutti Voi SOSTENITORI che quest’anno avete donato ben 746.550€. Questi soldi ci hanno permesso di aiutare i più poveri (ben 146.780€ sono stati utilizzati per il pagamento di affitti e bollette di luce e gas). GRAZIE a Voi  molte persone hanno potuto ricevere una risposta concreta alle loro richieste disperate, ritrovando quella speranza e quella dignità che non dovrebbe esser negata a nessuno. 

Un GRAZIE sincero a tutti Voi VOLONTARI - e quest’anno siete stati ben 812 - per il tempo speso  ad aiutare i nostri fratelli in difficoltà.  GRAZIE per le rinunce che avete fatto al fine di poter essere presenti durante le numerose attività organizzate da AMMP per un totale di 116.870 ore; GRAZIE per i 23.756 pasti che avete servito durante questo lungo anno; GRAZIE per i 1.840 quintali di generi alimentari che avete raccolto e distribuito alle persone indigenti;  GRAZIE anche per tutto ciò che di inestimabile avete donato come gli innumerevoli sorrisi, i momenti di ascolto e le strette di mano che avete regalato a chi ne aveva più bisogno. 

Secondo l’Eurostat (Ufficio Statistico dell’Unione Europea) l’Italia è il Paese europeo con il più alto numero di persone a rischio povertà. La crisi economica ha colpito un numero elevato di persone: almeno 2,4 milioni gli italiani sono a rischio povertà o esclusione sociale a causa della recessione. Dal 2008 al 2017 il numero di Italiani  in questa condizione è passato da 15 milioni a 17,4 milioni. Più di un quarto della popolazione vive attualmente sulla soglia della povertà. (LA STAMPA Economia  16.10.2018)

Per questo motivo siamo chiamati a non chiudere gli occhi di fronte alle loro necessità concrete, a cui la nostra Associazione si sforza di rispondere attraverso numerose iniziative, in Italia e in alcuni Paesi del Terzo mondo.

In occasione della “Giornata Mondiale dei Poveri” dello scorso 18 novembre, Papa Francesco ci ha ricordato che: “… Siamo chiamati  a tendere la mano ai poveri, a incontrarli, guardarli negli occhi, abbracciarli, per far sentire loro il calore dell’amore che spezza il cerchio della solitudine. La loro mano tesa verso di noi è anche un invito ad uscire dalle nostre certezze e comodità, e a riconoscere il valore che la povertà in sé stessa costituisce”.

Possa questo importante progetto d’amore che è l’Associazione Maria Madre della Provvidenza crescere sempre di più nel Bene e nel far del Bene!



Il Presidente

 


 

 

 

Per questo Natale fai un regalo che fa bene a tutti


- Puoi fare una donazione per sostenere uno dei nostri progetti, facendo un bonifico su una delle due banche sotto indicate:

a) conto corrente postale:  N. 36919108 int. Associazione Maria Madre della Provvidenza Onlus

b) conto corrente bancario UniCredit Banca -  codice IBAN:   IT 26 U 02008 30685 000002421680 int. Associazione Maria Madre della Provvidenza Onlus Si ricorda che le donazioni sono deducibili fiscalmente.
Vi invito a visitare il nostro sito web www.ammp.it per visionare i nostri progetti nel dettaglio e la nostra pagina Facebook.

LEGGI QUI LA LETTERA DI NATALE DELL'ISTITUTO ITALIANO DELLA DONAZIONE  

 
Per valorizzare l'Italia del bene l'Istituto Italiano della Donazione (IID), che ha fortemente voluto la Legge “Giorno del Dono”, il 4 ottobre 2018 ha festeggiato la quarta edizione #DonoDay2018, un giorno dedicato a chi fa del dono una pratica quotidiana.
Scuole, comuni, associazioni, imprese e cittadini insieme per costruire la mappa dell'Italia che dona, un Paese capace di reagire alle difficoltà mettendo al centro la bellezza del dono in tutti i suoi aspetti e di portare avanti la riflessione sull'importanza della buona donazione. (Altre info su : http://www.istitutoitalianodonazione.it/it/DonoDay2018) 
 
 
Come lo scorso anno grazie al progetto "I CINQUE PANI", anche quest'anno AMMP è stata la vincitrice (nella sezione Non Profit) con il progetto "AUXILIUM"
 
 
L' anno scorso il premio è stato ritirato dal presidente AMMP Bruno Cavallo, quest'anno da Marco Margrita, che fa parte del Comitato Direttivo Nazionale.
 
 
Ecco la foto che lo vede ritratto durante la premiazione con Edoardo Petrarca, presidente dell'IID
 
 
 
 La targa
 
 
 
 

Appuntamenti

Dom Ott 27 @09:00
INCONTRO DI PREGHIERA sede di Buronzo
Appuntamenti Ammp
Lun Ott 28 @15:00
CENACOLO DI PREGHIERA 4° DOMENICA DEL MESE
Appuntamenti Ammp
Sab Nov 09 @09:00
TERZO INCONTRO DIVINA VOLONTÀ
Appuntamenti Ammp
Dom Nov 24 @09:00
INCONTRO DI PREGHIERA sede di Buronzo
Appuntamenti Ammp
Sab Dic 07 @09:00
QUARTO INCONTRO FORMATIVO DIVINA VOLONTÀ
Appuntamenti Ammp

AGENDA APPUNTAMENTI

RICHIESTE D'AIUTO

#ILDONOXME

fotogallery
LEGGI IL COMMENTO AL VANGELO DI QUESTA DOMENICA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ti invieremo ogni mese gli aggiornamenti sulle nostre attività e i nostri appuntamenti