Sidebar

  twitter   instagram

"Cari figli, in questo tempo di grazia vi invito tutti a rinnovare la preghiera. Apritevi alla santa Confessione perché ognuno di voi accetti col cuore la mia chiamata. Io sono con voi e vi proteggo dall'abisso del peccato e voi dovete aprirvi alla via della conversione e della santità perché il vostro cuore arda d'amore per Dio. DateGli il tempo e Lui si donerà a voi e così nella volontà di Dio scoprirete l'amore e la gioia della vita. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

Commento di Padre Livio (sintesi)

Questo messaggio della Regina della Pace è uno di "quelli sintetici", dove la Madonna raccoglie tutte le indicazioni, i consigli sulla via della santità che ci dà, li sintetizza in un messaggio perché li andiamo poi ad incarnare nella nostra vita. Il messaggio, come spesso fa la Regina della Pace, è intonato al tempo liturgico. La Madonna segue la via della Chiesa, segue la vita della Chiesa e questi sono i messaggi dati alla Parrocchia, a quella reale e concreta di Medjugorje e alla Parrocchia ideale, che è formata da tutti quelli che rispondono alla chiamata e quindi i messaggi sono intonati al tempo di Avvento che la Madonna qualifica come tempo di Grazia.

Il tempo di Avvento è un tempo che prepara al Natale e la Madonna ci indica un itinerario per far sì che il Natale sia un'esperienza di Dio, cioè possiamo arrivare al Natale avendo scoperto nell'incontro con Dio l'amore e la gioia della vita. Quindi la parte finale del messaggio indica l'obiettivo da raggiungere e cioè scoprire nella venuta di Dio in mezzo a noi il compimento della Sua volontà: "pace in terra agli uomini di buona volontà". Quali sono gli uomini di buona volontà? Quelli che fanno la volontà di Dio; in questo modo faremo l'esperienza di un Natale d'amore e di gioia! E scopriremo la gioia e l'amore della vita, in questo tempo di angosce, di scontentezze e anche di disperazioni.

Allora qual è l'itinerario che la Madonna ci indica? Innanzi tutto la Madonna ci chiede di dare tempo a Dio: "DateGli il tempo e Lui si donerà a voi" e questo è il tempo della preghiera. La Madonna ha detto: "In questo tempo di grazia vi invito tutti a rinnovare la preghiera". Rinnovare la preghiera che magari è soggetta a stanchezza, è soggetta anche a infedeltà, è soggetta a superficialità.

Così nel tempo che diamo a Dio, Lui si dona a noi, noi ci doniamo a Lui in un rapporto d'Amore fra il Padre Celeste e noi che siamo Suoi figli e così scopriremo l'Amore che Dio ha per noi e scopriremo anche la bellezza della vita, perché la bellezza della vita consiste in questo: nel realizzare il poema d'Amore con Dio, nel realizzare il progetto che Dio ha su di noi in modo tale che la nostra vita sia un libro scritto per l'Eternità.

La Madonna ci chiede concretamente di aprirci alla Santa Confessione. Sta ripetendo quest'invito in diversi messaggi e fin dai primissimi giorni delle sue apparizioni a Medjugorje ci ha esortato alla Confessione. Perché cari amici? Perché se non siamo in grazia di Dio, si è come rami secchi, come tralci staccati dalla vite che seccano e sono solo buoni per essere gettati nel fuoco, dice Gesù. Cioè se si è in peccato mortale siamo invitati dal demonio.

Non facciamoci illusioni, se moriamo in peccato mortale andiamo all'inferno. Perché andiamo all'inferno? Perché essere in peccato mortale, significa aver dato lo sfratto a Dio e vivere per tutta l'eternità senza Dio! Questo è l'inferno: essere senza Dio, senza luce, senza pace, senza gioia, perché Dio è la fonte di tutto questo e senza di Lui manca tutto questo.

La Madonna dice che abbiamo bisogno di Lei, abbiamo bisogno della Confessione e della sua protezione: "Io sono con voi e vi proteggo dall'abisso del peccato e vi conduco sulla via della conversione e della santità" in modo tale che "il vostro cuore arda d'amore per Dio".

Questo è l'itinerario spirituale al quale la Madonna ci chiama, chiama tutta la Chiesa, chiama ognuno di noi in questo mese di Dicembre che si presenta come mese di "particolari movimenti", corri di qua, corri di là, prepara qua, prepara là, fai qua, fai là, poi arriviamo a Natale che siamo molte volte stanchi e dissipati e perdiamo la grazia del Natale.

È veramente un grande peccato perdere i doni che Dio ci fa, perché a Natale Dio ci fa il dono di Suo Figlio, di tutto ciò che Suo Figlio è, cioè la pace, la gioia, l'amore, la luce, la verità. È attraverso Maria che ci dona Suo Figlio.
Facciamo un piccolo programma di propositi concreti nel cammino verso il Natale. Prima di tutto per quanto riguarda la preghiera, l'incontro con Dio, poi anche per quanto riguarda le decisioni che contano. Se siamo nel peccato mortale, decidiamo la conversione, decidiamo di tagliare i legami del male, decidiamo una vita nuova, decidiamo di accogliere Gesù nel cuore; che il nostro cuore sia una culla, una culla profumata d'amore non un nido di vipere dove Dio non verrebbe mai!

Appuntamenti

Gio Dic 25 @20:45
S. Messa di Natale
Torino
Lun Dic 29 @13:45
Messa del lunedì
Appuntamenti Ammp
Sab Mar 28 @10:00
Ritiro spirituale AMMP
Appuntamenti Ammp

Pensiero del giorno

RICHIESTE D'AIUTO

LEGGI IL COMMENTO AL VANGELO DI QUESTA DOMENICA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Ti invieremo ogni mese gli aggiornamenti sulle nostre attività e i nostri appuntamenti